Statistica coupon buono sconto 2018

Home » Statistica coupon buono sconto 2018

Ultimo aggiornamento

Valore medio degli acquisti con buono sconto

Statistica del valore medio degli acquisti derivanti da buoni sconto, coupon

Qual è il valore medio degli acquisti derivanti dai buoni sconto in Italia nel 2018?

Quando si progetta una campagna di promozione si utilizza spesso la leva del buono sconto per attrarre nuovi clienti o attuare una strategia di cross selling (cioè proporre prodotti aggiuntivi a chi ne ha già acquistati altri) per chi già conosce la nostra attività, e quindi è un cliente da fidelizzare.

In una campagna pubblicitaria online, il metodo classico per far conoscere l’esistenza di una promozione è una campagna massiva di email marketing; ma troviamo anche altri strumenti utili a questo scopo nel mondo digitale. 

Facciamo attenzione però a non dimenticare strumenti classici e mai datati, come il volantino cartaceo.

Grazie a questa ricerca condotta in Italia a maggio 2018 e pubblicata a settembre 2018, prendendo come riferimento 1000 persone di età compresa tra i 18 e 74 anni, con la somministrazione di un questionario online, è stato possibile monitorare l’efficacia di una promozione di questo tipo, valutando in base alla propria nicchia di mercato e al “cliente tipo” con che modalità attivarla.

Nel precedente articolo abbiamo visto la statistica che riguardava le conversioni avute mediante l’invio di coupon, molto utile per poter paragonare i dati e per prendere le giuste decisioni in una strategia di marketing.

Il sondaggio ci mostra il valore medio degli acquisti derivanti dall’utilizzo di buoni sconto (coupon), suddividendo i consumatori per genere e entro i tre mesi dalla ricezione.

Statistica coupon buono sconto 2018 valore medio acquisto

La statistica dei coupon (buono sconto) nel 2018 per il valore medio acquisto

La percentuale di persone (uomo e donna) che compiono acquisti fino ai 50 euro è di 29,9% per gli uomini e di 31,6% per le donne.

Scende al 18% per gli uomini e al 16,8% per le donne per acquisti dai 50 ai 99 euro (dato in linea per entrambi i sessi come il precedente).

Il vero divario si ha per acquisti tra i 100 e 499 euro, dove il genere maschile ha circa 6,5% e il genere femminile il 3,6%.

Questo dato può essere molto utile se rapportato alla tua clientela tipo; ad esempio poniti le seguenti domande:

  1. Utilizzi i buoni sconto?
  2. Il tuo cliente tipo (le buyer personas) è di genere maschile e acquista mediamente nella fascia di prezzo dai 100 euro in su?

Potrebbe essere un’ottima idea proporre dei buoni sconto in una strategia di più ampio respiro.

Infine troviamo la percentuale degli acquisti sopra i 500 euro è di circa del 1% per entrambi i generi.

Queste percentuali e rapporti possono essere un utilissimo metro di valutazione per capire come costruire la tua strategia di promozione.

Fonte: Statista

Cosa significa fare branding ha come valutazione:

Statistica coupon buono sconto 2018

5 (100%) 4 votes


Cerchi una consulenza per migliorare la strategia per la tua promozione?

Raccontami la tua storia, dai piccoli dettagli nascono sempre le grandi storie 😉

Fissiamo un incontro!

Ti è piaciuto l'articolo? Perchè non condividerlo! 🙂

2019-08-29T22:56:42+02:00Novembre 19th, 2018|Categories: Marketing e Comunicazione|Tags: |3 Comments

Autore: Simone Longato

Lavoro nella comunicazione dal 2003, integrare la comunicazione online e offline è la mia mission. Non dirmi che tuo cugino ha Photoshop ;-)

3
Lascia una recensione

avatar
2 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
Simone Longatonicola Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
nicola
Ospite
nicola

molto interessante e di sicuro un efficace metodo di studio per lo sviluppo della propria attività …bravo !!!

trackback

[…] diverso per i buoni sconto. Qui allego un link dove viene fatta un’analisi sul sugli acquisti effettuati con buoni sconto da parte delle […]