Ultimo Aggiornamento: 4 Giugno 2024
Pubblicato il: 2 Dicembre 2023

Sito internet o social media?

Come, cosa e perché prendere una scelta invece di un’altra?

Sito internet o social media

Come scegliere tra social network e sito web per una impresa

In un momento storico in rapida evoluzione, la scelta che ogni imprenditore e imprenditrice deve compiere tra un sito web aziendale e i social network può essere determinante per il successo di un’impresa.

Questo approfondimento esplora i vari punti da considerare nella decisione, fornendo insight strategici per aiutare le aziende a navigare in questo paesaggio digitale che a volte può essere considerato complesso.

Scopri come bilanciare le esigenze di visibilità, interazione e controllo del brand per massimizzare la presenza online della tua azienda.

Come scegliere tra sito web o social network?

Impresa online: puntare sul proprio sito o nei canali social

La facilità d’uso e l’ampia portata dei social network hanno reso questi canali particolarmente attraenti per le piccole, medie e grandi imprese, inducendole a concentrare la loro strategia digitale principalmente su di essi, a scapito dello sviluppo di un sito web dedicato.

Questa tendenza è alimentata dal basso livello di difficoltà richiesto per iniziare: creare e gestire un profilo aziendale sui social media è generalmente considerato più semplice e meno costoso rispetto alla creazione, ottimizzazione e alla manutenzione di un sito web.

I social network offrono un accesso immediato a un vasto pubblico e consentono un’interazione diretta con i clienti, il che può sembrare particolarmente vantaggioso per le aziende che cercano visibilità e engagement (coinvolgimento) senza sostenere grandi spese.

Ma è vero che i social network non hanno necessità di grandi investimenti?

È vero che i social media sono semplici e immediati per attirare l’attenzione di persone interessate al business della tua attività?

Contrariamente alla convinzione comune, gestire una presenza efficace sui social network può richiedere investimenti significativi, sia in termini di tempo che di risorse finanziarie.

Se è vero che l’accesso e la creazione di un account sui social network sono generalmente “gratuiti”, sviluppare una strategia di marketing efficace su questi canali richiede competenze specifiche, tempo e spesso un budget dedicato.

In primo luogo, la creazione di contenuti di qualità che parlino con il target dell’impresa è essenziale. Questo può includere testi, immagini, video e altri media, il cui sviluppo può richiedere risorse professionali come copywriter, designer e videomaker. Inoltre, per raggiungere un pubblico più ampio e mirato, le aziende spesso ricorrono a campagne pubblicitarie a pagamento sui social network, che possono richiedere un budget significativo.

Richiedi una prima consulenza gratuita per la tua attività

Sito internet o profilo social: il dilemma delle imprese

Il Potere dell’Owned Media: dove è meglio essere presenti nel digitale

Media di proprietà dell'azienda

Owned media: cioè tutti quei media aziendali che diventano asset strategici per l’impresa

Un sito web rappresenta un asset di proprietà aziendale, un elemento centrale nel concetto di “Owned Media“, cioè dei media di proprietà dell’azienda.

Questo significa avere il pieno controllo del contenuto, del design e della strategia di comunicazione del sito internet. Al contrario, i profili social sono soggetti alle politiche e agli algoritmi delle piattaforme, che possono influenzare significativamente la visibilità e l’interazione con il pubblico.

Autonomia e Identità di Marca

Il sito web offre un’immagine più professionale e costruisce un’identità di marca coerente e duratura. È una vetrina personalizzabile che riflette i valori e le ambizioni dell’azienda, a differenza dei social network che impongono limiti e formati predefiniti.

Banalmente la tua pagina Facebook è uguale alla pagina del tuo competitor se si guarda il “contenitore”, il layout. Cambiano invece le immagini o video che ci vengono caricate, cambiano le condivisioni, ma è tutto sotto lo stesso layout.

Questa scelta porta con sé delle considerazioni importanti. Innanzitutto, i social network, pur essendo strumenti potenti per la costruzione della brand awareness (conoscenza di marca) e l’engagement (coinvolgimento), presentano limitazioni in termini di controllo del contenuto, personalizzazione e analisi dei dati.

Inoltre, la dipendenza da piattaforme di terze parti implica una minore sicurezza e stabilità a lungo termine, poiché le aziende sono soggette alle politiche e agli algoritmi in continua evoluzione di queste piattaforme.

Dunque, mentre i social network possono essere un punto di partenza o un complemento efficace alla strategia digitale di un’impresa, è importante valutare attentamente i pro e i contro di questa scelta, considerando la creazione di un sito web come un investimento a lungo termine per una presenza online più stabile e controllata.

Questo vuol dire abbandoniamo i social network a favore di siti web incredibili?

No :-) Non sto dicendo questo, sempre meglio diversificare le fonti ;-)

Trasforma la presenza online della tua azienda

Differenze tra sito web e social media

Cosa deve guardare un’azienda tra sito web e social network

Cosa scegliere tra social network e sito web per una impesa

Ora non ti presenterò il classico elenco puntato con i pro e contro di un sito internet e degli ambienti sociali, ma piuttosto andiamo a vedere come i due strumenti si comportano diversamente nei vari aspetti tecnici che dovrebbero interessare ogni impresa.

Proprietà e Controllo

Sito Web: Offre piena proprietà e controllo sui contenuti. Si può personalizzare l’aspetto, la struttura e i contenuti senza restrizioni. Tutto l’ecosistema del sito web è ottimizzabile e personalizzabile secondo le richieste specifiche di ogni progetto.

Social Network: La piattaforma detiene il controllo. Le politiche interne sulla moderazione dei contenuti, gli algoritmi e i formati possono cambiare, limitando la personalizzazione e la gestione dei contenuti. Ci sono limiti sulla lunghezza dei testi o sulla lunghezza dei video o sulla grandezza delle immagini (immagina di dover inserire un’immagine con una mappa ma questa deve essere necessariamente ingrandita per poterla vedere al meglio. Nei social media viene visualizzata in una larghezza massima che è di 1080 pixel e ingrandendola la si vedrà tutta pixelata e illeggibile.)

Argomentazione: Il sito web garantisce stabilità e coerenza con l’immagine aziendale in quanto è totalmente personalizzabile. I Social network sono per loro natura impostati su gabbie grafiche prestabilite, questo appiattisce la differenziazione, la quale avviene per altri tratti distintivi, ma soprattutto grazie ai contenuti.

Audience e Targeting

Sito Web: Il sito web attrare un pubblico mirato, interessato specificamente ai tuoi prodotti o servizi. Permette un’analisi “dettagliata” del traffico e del comportamento degli utenti.

Social Network: Consente di raggiungere un vasto pubblico e offre strumenti avanzati per il targeting demografico, geografico e comportamentale.

Argomentazione: Mentre un sito web è ideale per approfondire le relazioni con un pubblico già interessato, i social media sono strumenti potenti per aumentare la consapevolezza del brand e raggiungere nuovi segmenti di mercato (concetto importantissimo: NUOVI SEGMENTI DI MERCATO).

Tracciabilità dei dati e analitica

Sito Web: Nel sito internet si può installare un codice (o più) di monitoraggio. Questo ci permette di comprendere al meglio se il sito attira il giusto target o meno e come migliorare.

Social Network: Hanno solitamente delle loro analitiche… Le quali non “parlano mai la stessa lingua dell’analitica del sito web” :-) Per comprendere i dati e dargli il giusto peso e necessario sviscerare i vari dati e comprendere al meglio come poter monitorare al queste piattaforme.

Argomentazione: Ogni business è a sé, quindi per non generalizzare diciamo che è importante prendere i giusti parametri per valutare le performance correte e su queste fare i giusti ragionamenti per migliorare la strategia.

Tipi di Contenuto e Interazione

Sito Web: Nel sito web si può implementare praticamente tutto ciò che si vuole. Chiaramente testi e immagini, ma anche Video, post dei social network o ancora file excel, documenti in cloud, pdf, e così via.

Social Network: Favoriscono contenuti dinamici e interazioni rapide, come post, video/stories, commenti, e live streaming. Non si possono caricare file particolari come excel, word, ecc.

Argomentazione: I siti web sono eccellenti per fornire informazioni dettagliate e contenuti approfonditi, mentre i social media sono ideali per l’engagement in tempo reale e la costruzione di una comunità (per gli addetti al settore “la community”).

Stabilità e Longevità

Sito Web: Offre una piattaforma stabile e permanente per la presenza online. (Se correttamente gestita nel tempo)

Social Network: Soggetti a tendenze e cambiamenti, con il rischio che piattaforme un tempo popolari diventino obsolete.

Argomentazione: Investire in un sito web significa costruire su un terreno solido e duraturo. I social media, sebbene importanti, sono più volatili e devono essere utilizzati come complemento alla strategia online principale.

Visibilità sui Motori di Ricerca

Sito Web: Ottimizzabile per i motori di ricerca, aumentando la visibilità e il ranking (classifica) nelle ricerche specifiche.

Social Network: La visibilità dipende dall’algoritmo della piattaforma e dalle interazioni degli utenti. È possibile posizionare i social media nei motori di ricerca solo in determinati casi (rari e particolari).

Argomentazione: Un sito web ben ottimizzato per la SEO (cioè il posizionamento nei motori di ricerca) è importante per essere trovati online tramite ricerche organiche. I social media, pur essendo utili per la visibilità, dipendono molto dalle tendenze e dall’engagement degli utenti.

Investimenti necessari

Sito Web: Richiede un investimento iniziale importante per lo sviluppo. Ogni anno c’è necessità di rinnovare l’ hosting e domini. È necessaria manutenzione ordinaria. Sono necessari investimenti per aggiornare il sito e per attirare il pubblico che poi ti contatterà per richieste di preventivo o acquisti.

Social Network: Generalmente gratuiti per l’apertura e la gestione di base. Investimenti indispensabili per la creazione costante di contenuti e in pubblicità.

Argomentazione: Sebbene il sito web richieda un investimento maggiore all’inizio, offre un ritorno a lungo termine in termini di branding e presenza online. I social media, con costi apparentemente minori, possono richiedere investimenti significativi per la pubblicità e la gestione per essere veramente efficaci. I clienti a costo 0 (zero) non arrivano a nessuno :-)

Rivoluzione la strategia sui social media della tua impresa

Integrazione tra sito web e social network

Integrazione tra social media e sito internet

Integrazione tra social e website: i possibili scenari per le aziende

Premesso che in questo approfondimento non stiamo andando a vedere il caso della mosca bianca che è riuscita a realizzare tutto senza il sito web aziendale. Ci sono casi di attività che hanno concentrato tutti i loro sforzi e investimenti nei social network e con grandi risultati ottenuti. Ma rimangono appunto casi rari. Anzi Rarissimi.

Quindi ci stiamo concentrando sul 99% dei casi rimanenti e qui andiamo a vedere tre possibili soluzioni di integrazione tra website e social network.

  1. Hub Centrale
  2. Convogliare il traffico
  3. Coinvolgimento della community
Strategie di Contenuto Coerenti e Complementari

Un’efficace integrazione tra sito web e social media si basa sulla creazione di una strategia di contenuto coesa e complementare. Questo significa che mentre il sito web funge da hub centrale per contenuti approfonditi come blog, guide e studi di caso, i social media vengono utilizzati per promuovere questi contenuti, generare engagement e dirigere traffico al sito.

Ad esempio, un articolo del blog può essere suddiviso in più post sui social media, ciascuno puntando alla lettura completa sul sito. Inoltre, i contenuti visivi, come infografiche o video brevi, possono essere condivisi sui social per attirare l’attenzione e incoraggiare visite al sito per maggiori dettagli.

Questa sinergia garantisce che il pubblico riceva messaggi coerenti e collegati attraverso diverse piattaforme, massimizzando l’effetto di ogni contenuto prodotto.

Utilizzo di Social Media per Convogliare il Traffico al Sito Web

I social media possono essere utilizzati per lanciare campagne promozionali, offerte speciali o annunci che invitano gli utenti a visitare il sito web per ulteriori azioni, come effettuare acquisti, iscriversi a newsletter o partecipare a eventi.

Attraverso tecniche di call-to-action (inviti all’azione) chiare e persuasive, ogni post sui social può diventare un gateway (passaggio) verso il sito.

Feedback e Coinvolgimento della Comunità

I social media offrono un ambiente unico per il feedback diretto e l’interazione con il pubblico, che può essere utilizzato per arricchire il contenuto del sito web. Attraverso sondaggi, commenti e discussioni sui social, le aziende possono raccogliere insight preziosi sui bisogni e le preferenze del loro pubblico. Queste informazioni possono guidare la creazione di contenuti sul sito web, assicurando che siano rilevanti e di valore per l’audience.

Inoltre, condividere storie di successo dei clienti o risposte a domande frequenti provenienti dai social media sul sito web può creare un circolo virtuoso di engagement e fiducia, incentivando ulteriormente la partecipazione della comunità.

Attraverso questi 3 approcci, l’integrazione tra sito web e social media non solo migliora la presenza online di un’azienda, ma crea anche un’esperienza più ricca e coinvolgente per il pubblico, promuovendo la fedeltà al brand e stimolando l’interazione su più livelli.

Crea asset aziendali per una presenza forte nel mercato

Alcuni esempi storici

Infine riportiamo alcuni esempi famosi.

La storia di MySpace è un interessante caso di studio nella storia dei social network.

Lanciato nel 2003, MySpace divenne rapidamente una delle piattaforme social più popolari al mondo, particolarmente famoso tra i giovani e gli appassionati di musica. Era un luogo dove gli utenti potevano personalizzare i loro profili, condividere musica e connettersi con amici, diventando una sorta di fenomeno culturale all’inizio degli anni 2000. Fun una piattaforma talmente importante che i REM pubblicarono su MySpace il loro album uscito nel 2004 1 .

Tuttavia, con l’ascesa di nuovi concorrenti, in particolare Facebook, MySpace iniziò a perdere appeal. Ci furono una seria di scelte azzardate da parte dell’azienda, prima fra tutte cambiare il layout generale rendendo così la piattaforma inutilizzabile da parte degli utenti e ci fu l’esodo di massa. (La storia completa la trovi in calce all’apporfondimento 2 )

E non è l’unico caso:

Vogliamo ricordare la portata organica (cioè NON a pagamento) dei primi anni di Facebook paragonata con quello che è oggi? Questo grafico al spiega molto bene

portata organica pagina Facebook 2022

Il declino della portata organica dei post di Facebook per le pagine aziendali [ Fonte 2B]

Ormai è praticamente nulla. Quindi chi ha costruito intorno al proprio brand, al proprio lavoro, alla propria azienda, una community, ora per poterci parlare ha necessità di pubblicità.

O di Twitter (social che adoravo) che è stato acquistato e stravolto completamente fino a cambiare anche nome (ora si chiama X) [La storia completa 3]

Tutti esempi che fanno ben comprendere che i social network sono ambienti nei quali le aziende hanno poca manovra e molto è deciso dai piani alti che gestiscono quella determinata piattaforma.

E le aziende che si sono trovare in uno (o più) di questi casi o hanno visto volatizzare l’investimento (di tempo e denaro) in quella determinata piattaforma o hanno dovuto prendere contromisure per poter continuare a starci.

E i siti web non hanno queste problematiche?

Diciamo di no. Il sito web ha molteplici possibilità di essere un asset importante per l’azienda e quindi o da una parte o dall’altra si ha la possibilità di manovra, cosa che nei social network questo non c’è.

Ora rispondo in velocità quindi ad alcune domande, se hai una domanda scrivila nei commenti così poi darò la risposta qui :-)

Allora conviene abbandondare i social network per le aziende?

No, credo che sia più remunerativo esserci. Famoso è il caso di Lush che ha abbandonato i social network 4 per poi perdere grandi fette di fatturato negli anni per poi rientrarci, ma tramite gli influencer :-)

Meglio realizzare un sito web o utilizzare i canali social?

La risposta giusta è: se possibile realizza e utilizza entrambi!

Si crea prima il sito web o i profili social?

Hai mai visto una azienda seria senza un sito web? Quindi consiglio di creare prima il sito web, rimarrà sempre la casa della tua impresa e attività. E successivamente apri uno strumento per volta (come i social network) e inizia ad implementarli (costantemente) nella strategia di promozione intrapresa per la tua azienda.

Quindi la vera risposta non è cosa è meglio tra i due, ma come combinarli per ottenere il meglio.

Fonte 1, Fonte 2, Fonte 2B, Fonte 3, Fonte 4

Sito web o social network, ha come valutazione:

5/5 - (15 votes)

Raccontami la storia della tua attività

Puoi compilare questo form o chiamarmi al 346 497 34 80






    Informativa al trattamento dei dati personali privacy policy

    Acconsento al trattamento dei dati personali per l'iscrizione alla mailing list con finalità informative e di promozione

    Richiedi una prima consulenza gratuita per la tua attività